Internet Bookshop Italia - La grande libreria italiana online


Le nostre recensioni

Personaggio Wolverine
Creatore Len Wein, Herb Trimpe, John Romita Sr.
Altri nomi Logan, Arma X
Genere Fumetto
Editore Marvel Comics
Prezzo N. D.
Recensore Paolo Martinez (Marzo 2000)

Wolverine Il personaggio di Wolverine nasce per essere solo uno degli avversari di Hulk, e viene presentato come una sorta di super-soldato (nome in codice Arma X) dell'esercito canadese; apparve in due storie e finì nel limbo dei personaggi "usa e getta". Ma vi restò per poco tempo: venne presto recuperato (nel 1975) per essere parte del rinnovato gruppo mutante X-Men.
Nel giro di pochi anni Wolverine acquisì un'importanza nell'economia delle storie (e nel favore dei lettori) tale da renderlo tuttora uno dei personaggi più importanti (e amati) del gruppo dei "mutanti".

La storia di Wolverine è divenuta, col tempo, sempre più definita e, allo stesso tempo, più misteriosa: Logan (questo pare essere il suo vero nome) è probabilmente il più vecchio degli X-Men; nulla si sa della sua data di nascita, ma si sa per certo che ha partecipato alle due guerre mondiali come soldato, mercenario, agente segreto.
La sua longevità è dovuta al suo "fattore mutante": una modificazione genetica che lo rende in grado di guarire da qualsiasi ferita e che gli consente di essere quasi immortale. Questo stesso potere rigenerante, però, gli conferisce un'indole feroce e bestiale.
Il momento più importante della sua storia è, però, quello in cui viene rapito dall'esercito canadese per essere sottoposto all'esperimento definito come "Arma X", nella quale il suo scheletro viene "integrato" con il metallo più resistente al mondo, l'adamantio. Questo accentua la sua natura feroce tanto che, dopo la sua fuga dal laboratorio, vaga per le foreste canadesi senza alcuna traccia d'umanità. Viene poi
"recuperato dall'esercito che gli offre un "posto" come Arma X, che accetta, scegliendo però il nome di battaglia di Wolverine (che indica l'orso ghiottone canadese, un animale piccolo ma ferocissimo).
È questo il Wolverine che viene presentato al pubblico, un mutante dotato di un fattore rigenerante, un'indole animale difficilmente tenuta a freno, uno scheletro praticamente metallico e, come arma principale, tre artigli che escono dal dorso delle mani! Inoltre Logan non sa nulla della sua storia a causa dello stesso esperimento Arma X che gli ha cancellato la memoria.

Col passare degli anni il personaggio di Wolverine si è evoluto, fra alti e bassi: ha perso, in modo estremamente doloroso, il suo adamantio, ha subito una regressione ad uno stato quasi animale (l'adamantio nelle ossa l'aveva fino a quel momento bloccata), per poi cominciare una lenta, ma costante, crescita dell'Uomo a discapito della Bestia. La storia di Logan è molto complessa e piena di "buchi", non si sa nulla, infatti, della sua infanzia e di buona parte della sua vita; inoltre ogni elemento aggiunto, nei vari anni di fumetti editi dalla Marvel Comics, invece di gettare luce su una parte della sua vita, ne ha aumentato il mistero.
Attualmente Logan è uno dei membri, a mio parere, più realistici del gruppo dei mutanti e dei Supereroi in generale: in costante lotta con i suoi istinti primordiali e feroci, con i suoi malcelati desideri di vendetta verso coloro che l'hanno fatto soffrire, ma anche con la sua saggezza ed esperienza. Probabilmente sono questi i tratti di maggior successo del suo personaggio.