Internet Bookshop Italia - La grande libreria italiana online


Le nostre recensioni

Titolo Prima persona plurale
Autore Cameron West
Genere Narrativa autobiografica
Editore Sonzogno
Prezzo N. D.
Recensore Daniela Recchia (Marzo 2000)

L'autore, in questo romanzo autobiografico, racconta la sua vita problematica, partendo dal suo malessere generale e diffuso per giungere alla scoperta difficile di essere affetto da Disturbo da Personalità Multipla: la sua persona è "occupata" da ben ventiquattro diverse identità, differenti tra loro per età, sesso, carattere e relativo comportamento, talvolta con atteggiamenti fortemente distruttivi.
Il D.P.M., una forma di nevrosi isterica di tipo dissociativo, è tra gli psichiatri un argomento controverso. Alcuni ritengono che non esista, altri ne confermano l'esistenza, dopo averne curati diversi pazienti.
Anche l'autore stesso del libro, spesso, dubita e nega l'esistenza di qualcosa, anzi qualcuno "al di là" di se stesso... "all'interno" di se stesso...
In effetti, l'esistenza reale di più persone dentro uno stesso corpo, implicherebbe considerazioni complesse di carattere religioso, scientifico, sociale...
È poco importante decidere se queste "personalità" siano vere e proprie "identità" oppure se siano solo il prodotto di un disturbo neurologico.....
Ma, a me, non interessa definire entro determinate certezze questo disturbo, che resta COMUNQUE, una indicibile sofferenza per chi lo subisce..... Ciò che mi affascina, in questo libro, è l'indagine del dolore e delle difficoltà che un uomo in questa situazione si trova a dover affrontare: i momenti di assenza durante i quali " qualcuno" compie atti inaspettati e non sempre corretti, talvolta addirittura violenti; il difficile rapporto con la moglie che si trova a dover vivere sempre più spesso accanto ad un marito che non sempre riconosce e che assume personalità alterne di bambino, o bambina o ragazzo... i problemi connessi al lavoro e la gestione del rapporto con un figlio piccolo che si chiede sempre più spesso e sempre più impaurito cosa stia accadendo a suo padre; la confusione, i pensieri tristi, ecc.
E, quando verranno a galla ricordi confusi e terribili di ripetuti abusi infantili, il protagonista si troverà di fronte alla probabile causa di tutto ciò: le diverse personalità si sarebbero formate proprio per difenderlo dal dolore insopportabile che stava subendo; ma questo sarà solo l'inizio di una lunga e difficile lotta per la ricostruzione della propria identità.

Consigliato a tutti coloro che si chiedono quali incredibili misteri si possano annidare nella mente umana. Consigliato anche ai folli: si sentiranno meno soli.