Internet Bookshop Italia - La grande libreria italiana online


Le nostre recensioni

Titolo La bambina che amava Tom Gordon
Autore Stephen King
Genere Narrativa, Thriller
Editore Sperling & Kupfer
Prezzo L. 30.000 (indicativo)
Recensore Lidia Calvano (Gennaio 2000)

Con la doverosa premessa che finora mi pregiavo di essere una "non fan", nonché una "non lettrice" di S. King, mi trovo però a consigliarvi caldamente questo suo recente (e breve) romanzo.

Devo infatti solo alla mia curiosità se, una volta ricevuto questo libro in regalo da conoscenti ignari dei miei gusti letterari, non l'ho subito accantonato in uno degli scaffali meno raggiungibili della libreria, ma ne ho iniziato a leggere le prime pagine, non riuscendomene poi a staccare prima del toccante finale.

Con mia sorpresa, infatti, andando avanti nella lettura, non trovavo truculenze, né sangue, né mostri, e neanche ricorsi al soprannaturale (se non in accenni discreti, sfumati e sempre comunque conviventi con plausibili ipotesi razionali), ma solamente l'avventura di una bambina che si perde in un bosco da escursionisti della domenica, che sotto i suoi passi diventa gradualmente una foresta sterminata (i monti Appalachi).

La piccola, che all'inizio si allontana dal sentiero cercando un momentaneo sollievo dall'assurdo ed assordante mondo dei "grandi", si trova poi ad ingaggiare una battaglia per la sopravvivenza, combattendo con tutte le sue energie, e scoprendo in se stessa immense ed impensate risorse fisiche e mentali. Il lettore la segue, avvinto, partecipando alla crescente tensione, lasciandosi coinvolgere dall'empatia e immedesimandosi nel suo percorso reale e figurato.


Dedicato a tutti gli amanti della montagna, e a tutti i "bambini" che si sono trovati, nella loro vita, in un "bosco" inestricabile, senza sapere se ne sarebbero mai usciti…