Internet Bookshop Italia - La grande libreria italiana online


Fantasia

di Loredana Bua
Spazio Creativo

Mi affogo nel terrore del nulla,
vedo solo chi non c'è,
nel livido livore della dimenticanza.
Sento voci lontane di eco inesprimibili
che viaggiano ferite nelle pieghe del dolore. Sono esistita non so più quante volte,
rinasco ogni tre mesi,
dopo tre giorni di agonia.
Lucido le mie piume,
ancheggio e faccio "Qua Qua",
zampetto in acqua, poi abbaio,
infine ruggisco a testa in giù.
Mi annullo nella pena del niente,
ascolto i ritmi e i movimenti del sole,
il solo che ascolta muto e muto vede.
E vede me risorgere dalle rovine,
dalle ceneri che ho lasciato
perché m'hanno dato fuoco.
Ma tu vedi solo quel che vuoi vedere,
quel che i tuoi occhi opachi e spenti,
caro, pensano sia la verità,
perché in te non hai spazi verdi,
non hai immensità,
non hai quello che gli angeli
hanno tra le piume dell'essere soli,
agitati nel vento,
muti, ignorati,
se ne stanno in disparte.
Ascoltano la voce della verità
che viaggia nel silenzio,
sconosce il sospetto,
scansa l'intrigo
e inascoltata muore.